Isola di Rab, Croazia, pellegrinaggio delle “Croci”

Rab è un’isola ricca di bellezze naturali ma soprattutto di tradizioni centenarie, solidarietà e cultura.
L’ultima domenica di Aprile si celebra a Rab un pellegrinaggio unico, chiamato “Križi”. Questa tradizione si ripete ogni anno dal quindicesimo secolo, come ringraziamento alla Madonna per avere liberato gli abitanti da un’epidemia di peste, che aveva decimato la popolazione. 

Al pellegrinaggio partecipano gli abitanti di Rab in processione da tutte le parrocchie, accompagnati dal suono delle campane che suonano in un ordine stabilito: Mundanije, Supetarska Draga, Kampor, Lopar, Banjol e Barbat. Ogni parrocchia ha la sua bandiera, le sue croci e cantando raggiungono la cittadina di Rab, dove i partecipanti si riuniscono tutti assieme davanti all’entrata della città dove li raggiungono i parrocchiali del comune con a capo il sacerdote che porta l’immagine della Madonna dell’isola di Rab.  L’immagine ricorda una leggenda del XV secolo che riguarda la guarigione della suora benedettina del convento di Sant’Andrea, Luchina de Dominis, che guarì grazie alla fede. Il pellegrinaggio continua per le vie della cittadina di Rab fino a raggiungere la cattedrale dove partecipano alle celebrazioni eucaristiche.

Dopo la messa, l’immagine della Madre di Dio dell’isola di Rab rimane nella cattedrale fino all’ultimo giorno del mese di maggio quando poi ritorna ad essere custodita nel convento di Sant’Andrea.
Quest’anno su invito del sindaco di Rab Nicholas Grgurić, l’ospite d’eccezione di questa celebrazione sarà il Presidente della Croazia Kolinda Grabar Kitarovic, che in questi giorni sta visitando le isole di Quarnero, Dopo la Messa, il presidente sarà accompagnato dal sindaco Nicola Grgurić e dal Presidente della Regione litoranea-montana Zlatko Komadina in visita alla casa per gli anziani e all'Ospedale Psichiatrico di Rab, che si distingue in tutta Europa per le sue tecniche all’avanguardia e per la cura degli spazi che lo circondano.